Corso
Le leggi divine della Temperanza, del Dono e della Grazia, nella Luce di Chesed

 

Il corso, suddiviso in tre incontri, approfondisce le leggi divine superiori della Temperanza, del Dono e della Grazia, e le pratiche di evocazione delle leggi, che consentono di gestire al meglio gli accadimenti della Matrix.
Le leggi divine infatti sono il software che gestisce la Matrix illusoria definendo i nostri potenziali esprimibili e delimitando uno spazio di azione nella nostra vita. Sono codificate in molti livelli frequenziali, e la loro interpretazione dipende dal nostro grado di maturazione spirituale.
Le leggi organizzano e gestiscono il Gioco e si suddividono per tipologia. Alcune gestiscono la realtà inferiore della personalità, come la legge del Karma e del Ritmo astrologico, altre il potenziale del corpo fisico, come la legge della Misura; altre ancora, come la legge dell’Armonia, la transizione verso stati di coscienza illuminati; infine le leggi di natura superiore regolano e definiscono le potenzialità di individui risvegliati. Sono proprio queste ultime che approfondiremo, poiché conoscerle ci consentirà di chiederne l’applicazione in sostituzione alle leggi che regolano la natura inferiore. Una legge divina infatti non può essere infranta, ma possiamo ottenere l’applicazione di un’altra legge che la sostituisca.
Per esempio, la legge del Karma sancisce una carestia che pone a dura prova la popolazione di uno stato africano. È una legge perfetta, assolutamente giusta ed equa, poiché ha presentato ai membri della popolazione il rallentamento frequenziale dei loro pensieri e delle loro emozioni di scarsità. In base all’applicazione di questa legge la maggior parte delle persone perirebbe di inedia.
Un individuo risvegliato in una situazione simile chiederebbe l’intervento di altri leggi divine. Potrebbe evocare la legge dell’Armonia, che metterebbe in moto la super-causalità formativa dal futuro, consentendo alla popolazione di ricevere intuizioni e ispirazione su come uscire dalla situazione di crisi, e molte vite verrebbero salvate. Oppure potrebbe osare ancora di più, evocando la legge del Dono, secondo la quale esiste sempre uno scambio sottile fra il Padre divino (lo sposo) e la sua consorte (l’anima), e il Padre provvede sempre al benessere dei propri Figli. Evocando questa legge la popolazione verrebbe istantaneamente nutrita dalla manna che scende dal Cielo, come accadde al popolo ebraico nel deserto e allo stesso Gesù Cristo. Tutti sarebbero salvati, e risvegliati alla consapevolezza di un’intelligenza cosmica che nutre amorevolmente i propri Figli anche sul piano fisico.
In una situazione di conflitto interpersonale, ove le cariche emozionali sono fuori controllo, evocando la legge della Temperanza giungerebbe un’energia pacificatrice, potente e sublime, che permetterebbe a ognuno di ritrovare la centratura nella via del giusto mezzo.
Quando la vita presenta prove dure e difficili da sostenere, evocando la legge della Grazia rivendicheremmo il nostro autentico libero arbitrio, che è la possibilità di scegliere quale legge applicare a ogni situazione, e subito sperimenteremmo la Grazia e la fine di ogni afflizione.
In questo percorso condivideremo quindi le procedure di evocazione delle leggi superiori, lavorando sui prerequisiti necessari affinché il Cielo ci ascolti.
È necessario infatti dimorare in uno stato di coscienza diverso dall’ordinario, ove la Misericordia di Chesed si esprime da un cuore aperto e puro. In questo modo ci eleviamo dagli inferi della personalità, e dalle dure leggi che la regolano, per accedere al Regno dello Spirito e delle leggi superiori.
Siamo molto amati dal Cielo, e la sofferenza è sempre causata dall’ignoranza delle leggi più alte. Conoscerle e amarle, nella Luce di Chesed, ci permetterà di operare veri e propri miracoli. È tempo di elevarsi, e vivere in Terra come fossimo dei… perché in verità lo siamo.